Cavalli

  • Pony di Esperia
    È un cavallo di piccola taglia e di temperamento vivace, oggi prevalentemente utilizzato per la sella. Diffuso nel sud del Lazio, viene allevato ad altitudini comprese tra i 500 e i 1.500 metri
  • Cavallo Salernitano
    Questa razza è oggi scarsamente presente sul territorio delle province di Caserta, Napoli e Salerno. In passato è stata impiegata nella corsa al galoppo, corsa a ostacoli e in concorsi ippici
  • Cavallo Napoletano
    Questa razza di antiche origini, allevata ormai in pochissimi esemplari nelle province di Caserta e Napoli, è ben predisposta al tiro medio-leggero e alla sella
  • Cavallo del Ventasso
    Questa razza è distribuita in una cinquantina di allevamenti situati sulla montagna di Reggio Emilia e in minor misura nelle province limitrofe di Parma e Massa Carrara. Esprime tutte le sue doti di adattamento e frugalità nell’allevamento semibrado. Ancora oggi viene selezionata e utilizzata per l’equiturismo
  • Cavallo Sanfratellano
    Il Sanfratellano è un cavallo siciliano che vive in uno stato quasi selvatico – in assenza di ricoveri e qualche volta di alimento – in provincia di Messina, sulle pendici settentrionali dei Monti Nebrodi, lungo la fascia tirrenica, fra collina e montagna
  • Cavallo Bardigiano
    Docile e affidabile, è un cavallo ottimo per l’equitazione di campagna. Per la sua robustezza e frugalità viene allevato nei pascoli montani e mantenuto allo stato brado per otto mesi all’anno
  • Cavallo Maremmano
    Dotato di elevata rusticità e ottima capacità di adattamento, il cavallo Maremmano viene allevato per lo più allo stato brado, sfruttando egregiamente il pascolo
  • Cavallo Murgese
    Il Murgese è apprezzato per la docilità e l’equilibrio, doti che lo rendono oggi molto usato per il turismo equestre e l’equitazione da campagna. Data la sua rusticità, viene allevato ancora tradizionalmente con sistema brado o semibrado
  • Cavallo del Catria
    Questa rustica razza di cavalli viene allevata nelle Marche prevalentemente allo stato brado, in quanto riesce a sfruttare egregiamente anche le più povere risorse del pascolo

Asini

  • Asino Grigio Siciliano
    Per l’attitudine al lavoro e la particolare resistenza alla fatica questa razza è stata defi nita in passato «la ricchezza del piccolo coltivatore, dell’ortolano, del concimaio». L’asino Grigio Siciliano può essere allevato allo stato brado o semibrado in aree marginali con modiche integrazioni di fieno e/o mangime
  • Asino Pantesco o di Pantelleria
    Questa razza è parte del patrimonio storico-culturale di una delle più suggestive isole della Sicilia. Dopo essere stata dichiarata estinta nel 1985, nel 1989 l’Azienda foreste demaniali della Regione Siciliana ha deciso di avviare un progetto di recupero che, a oggi, ha raggiunto la consistenza di una sessantina di capi
  • Asino di Martina Franca
    Attualmente è allevato allo stato brado, in allevamenti di piccole dimensioni. Interessanti sono l’uso del suo latte per l’infanzia e la produzione di carne per il consumo fresco e per insaccati
  • Asino Romagnolo
    L’asino Romagnolo è un animale molto frugale che viene di norma allevato allo stato brado o semibrado, ma che si adatta anche all’allevamento in stalla, purché abbia a disposizione un ampio recinto esterno
  • Asino dell’Asinara
    Si tratta di una popolazione asinina rinselvatichita presente prevalentemente sull’omonima isoletta dove poco più di 150 esemplari vivono praticamente allo stato brado. Alcuni allevamenti sono presenti in Sardegna, Toscana ed Emilia-Romagna

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *